Intestino

Analcolici “mocktails”: una tendenza che protegge stomaco e intestino dai danni da alcol

Tempo di lettura: 3 minuti

Indice

Nell’ultimo periodo, i cocktail analcolici (detti “mocktails”) hanno guadagnato grande popolarità, soprattutto tra i più giovani.

Bar, ristoranti, feste… gli analcolici sono disponibili ovunque e rappresentano un buon compromesso per chi desidera una bevanda gustosa senza rischiare ripercussioni dovute agli effetti dell’alcol su stomaco e intestino, godendosi appieno il piacere della convivialità.

In questo articolo vediamo quali sono i benefici dei mocktails e perché in alcuni casi possono essere addirittura salutari, a differenza dei “fratelli” alcolici.

Quali sono gli effetti dell’alcol su stomaco e intestino?

Il consumo di alcol può avere diversi effetti negativi sul sistema gastrointestinale. Quando l’alcol viene ingerito, irrita e infiamma le mucose dello stomaco, e causando sintomi come bruciore di stomaco, nausea e gastrite.

L’eccessivo consumo di alcol può anche compromettere l’integrità della barriera intestinale, favorendo la permeabilità intestinale: questo porta al passaggio di tossine e batteri nelle strutture più interne della barriera intestinale, procurando infiammazione e irritazione e riduzione della funzionalità intestinale.

Inoltre, l’alcol può alterare il delicato equilibrio del microbiota intestinale, riducendo i batteri benefici e promuovendo la crescita di batteri dannosi. Questi effetti combinati possono portare a una serie di disturbi gastrointestinali, influenzando negativamente la digestione e l’assorbimento dei nutrienti essenziali.

I mocktails, essendo privi di alcol, non presentano questi rischi: quindi se si è già in presenza di patologie o frequenti problemi intestinali, esagerare con l’alcol non è una buona idea (e non lo è a prescindere!) mentre provare questa nuova tendenza potrebbe rivelarsi addirittura benefico.

Cosa sono i mocktails?

“Mocktails” è la contrazione di “mock” (finto) e “cocktail”: sono drink analcolici che imitano i cocktail tradizionali sia nel gusto che nella presentazione. A differenza degli smoothie o delle centrifughe, infatti, i mocktail nascono proprio per replicare le ricette originali in una versione “alcool free”.

Nonostante siano diventati una tendenza solo di recente, i mocktails sono nati negli anni ‘20-’30, durante il periodo del proibizionismo negli Stati Uniti. Lo “Shirley Temple” è considerato il primo mocktail della storia, e sembra che sia stato creato proprio per servire la famosa giovane attrice.

Il successo dei mocktails oggi deriva da una crescente attenzione verso la salute e il benessere: sono infatti perfetti per chi tiene a mantenere uno stile di vita sano anche durante aperitivi, feste e occasioni speciali… ma anche per chi in generale vuole evitare i danni dell’alcol o non beve alcolici per gusto, religione o altre esigenze (es. donne in gravidanza).

Benefici dei mocktails

Oltre al fatto di non contenere alcol, i mocktails sono salutari anche per gli ingredienti usati: grazie a frutta fresca, erbe, succhi e spezie, creano mix unici e rinfrescanti. In particolare:

  • alcuni infusi di erbe possono avere proprietà lenitive per lo stomaco (come la camomilla e lo zenzero);
  • la frutta e la verdura sono ricche di fibre, che favoriscono la digestione e il transito intestinale (per esempio la menta, gli agrumi, sedano e carote);
  • alcune bevande, come il kefir o il kombucha, contengono probiotici che supportano la salute del microbiota.

Infine, per addolcire i mocktails spesso si usano dolcificanti naturali come il miele o lo sciroppo d’agave.

Attenzione però a non abusarne! Pur non contenendo alcol, i mocktails molto spesso prevedono l’utilizzo di succhi di frutta o acque zuccherate. Questi sono ricchi di zuccheri semplici che possono avere un impatto importante sulla nostra glicemia e sul nostro microbiota!

Idee per bevande analcoliche fatte in casa

Vuoi creare un mocktail benefico per stomaco e intestino, ma che sia anche buono come quelli che ordini fuori? Ecco qualche idea!

  • Mocktail alla menta e zenzero: menta fresca, zenzero grattugiato, succo di limone, acqua frizzante.
  • Mocktail more e pesca: more, pesca a pezzetti, succo di limone, cubetti di ghiaccio e acqua frizzante.
  • Mocktail kiwi e finocchietto: acqua lasciata aromatizzare con del finocchietto per qualche ora, succo estratto dal kiwi, un cucchiaino di stevia, ghiaccio.
  • Mocktail arancia e curcuma: spremuta di arancia, curcuma in polvere, acqua frizzante, ghiaccio.

 

Un ultimo consiglio, scegli ingredienti di stagione e biologici per queste preparazioni: faranno bene alla tua salute, rispettando le risorse del pianeta.

Allora, ti convince questo nuovo modo gustoso e salutare di prendersi cura del proprio benessere gastrointestinale ed evitare i danni da alcol?

Ti potrebbero interessare anche...

Alimentazione mediterranea: la stai seguendo per davvero?

Benessere in tazza: i benefici delle bevande calde

Bicarbonato per bruciore di stomaco: tutto quello che c’è da sapere